la tua posizione: giusipolizzi.it » in evidenza

Ars Hillmaniana su ‘Il Codice dell’Anima’
Riccardo Mondo e Claudio Widmann
Narrazioni cliniche ed immaginali
28-29 Marzo 2014-Catania


VENERDI' 3 Maggio 2013 ore 9,00
Convegno SIMEL presso Aula Multimediale Azienda Ospedaliera CIVICO e Benfratelli
(formazione e aggiornamenti per medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio) LE PATOLOGIE POLMONARI . Relazione di Giusi Polizzi su : IL RESPIRO DELL’ANIMA. L’ESPRESSIONE MANCATA DEL SE’.  Crediti ECM.


VENERDI' 12 aprile 2013

Conferenza su ipnosi regressiva dal titolo : IPNOSI REGRESSIVA, UNA CURA PER L’ANIMA presso Associazione Culturale Yantra di Via Paolo Paternostro – Palermo - ore 21. Ingresso libero

PerìArχôn – Cenacolo di Cultura Archetipica
Conversazioni con Luigi Turinese

Programma del prossimo incontro [scarica la locandina in pdf]
Lunedì 25 Febbraio 2013, ore 19.45 via Clementina, 7 – Roma
Gli angoli: video di Gianna Tarantino
Appunti-segnalazioni di Luigi Turinese
Ipnosi regressiva, una cura per l'anima di Giusi Polizzi

in collaborazione con Associazione Crocevia ed Archeimpa

VENERDI’ 4 maggio 2012 Ore 9.00 presso Aula Multimediale dell'Ospedale Civico di Palermo - Convegno su “ASPETTI MULTIDISCIPLINARI DELL’OBESITA'”.
INGRESSO GRATUITO
Interventi dI SANTI SCOLA, ENRICO CILLARI, GIUSI POLIZZI .

SABATO 24 marzo 2012
ore 9.30/12.30
Terzo Seminario di Mitologie della Psiche (IMPA)


Riabilitare Narciso - Una cura omeopatica del narcisismo
.
Interverranno: G. Castagnola, A. Russo, G. Tarantino, L. Turinese, M. Allone, G. Polizzi.
Aula Magna Liceo Scientifico Boggio Lera
Via Quartarone 3, Catania.

INGRESSO GRATUITO
ISTITUTO MEDITERRANEO DI PSICOLOGIA ARCHETIPICA

PALERMO 12/01/2012


"CHI SONO STATO NELLA VITA PRECEDENTE?"
Intervista a Giusi Polizzi su Ipnosi Regressiva.
In onda su Canale TVT Venerdì 1 Luglio 2011 ore 12.  Repliche: Martedi 5 Luglio ore 12, Mercoledì 6 ore 01,00, Giovedì 7 ore 01,30, Venerdì 8 ore 12, Sabato 9 ore 01,00, Domenica 10 ore 22,30

Guarda il video [link esterno]


WORK SHOP D’IPNOSI REGRESSIVA
Sabato 5 Febbraio 2011 dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 15.00 alle 18.00.
Domenica 6 Febbraio 2011 dalle ore 10,00 alle 13,00.

Per prenotazione e informazione sui costi telefonare allo 0912730353 oppure al numero VOIP 0916195063


Presentazione libro

“MODELLI PSICOSOMATICI” di LUIGI TURINESE

c/o Palazzo JUNG Via Lincoln 71, Palermo, giorno 23 OTTOBRE 2010 dalle ore 9,00 alle 13,00.

Interverranno, oltre all'autore:

Dott.ssa GIUSI POLIZZI
Prof. ENRICO CILLARI
Dott. RICCARDO NOCIFORA
Dott.ssa GIUSEPPINA MARCHIONE
Prof. ANTONIO GIORDANO


WORK SHOP D’IPNOSI REGRESSIVA
Sabato 26 Giugno 2010 dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle ore 15,00 alle 18,00 e Domenica 27 Giugno 2010 dalle ore 10,00 alle 13,00.

Per prenotazione e informazione sui costi telefonare allo 0912730353 oppure al numero VOIP 0916195063


Seminario pratico d’ipnosi regressiva
Sabato 10 ottobre dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 e domenica 11 ottobre dalle ore 10 alle ore 13 in via Telesino 31 a Palermo.

Per prenotazioni e costi telefonare Dott.ssa Giusi Polizzi al numero 0916195063 ricordando di lasciare nome e recapito telefonico per essere ricontattati.


o o o o o o o 

Conferenza su ipnosi regressiva della Dott.ssa G. Polizzi il 03 Luglio ore 20,30 presso Associazione Omega Stargate Via Florestano Pepe n 6. Ingresso gratuito

Scarica la locandina dell'evento


o o o o o o o

Gruppo di primo livello di ipnosi regressiva sabato 18 Luglio dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 e domenica 19 ore 10-13 in Via Telesino, 31 Palermo

Scarica la locandina dell'evento


DALLA CREATIVITA' ALL'AUTOSTIMA
WORKSHOP A PALERMO 21/22 MARZO 2009



Scarica il modulo per l'iscrizione in formato Word


Sul Natale

In questi giorni affollati, dove le strade e la gente sembrano aver perso le loro direzioni originarie, confusi nel vortice delle imminenti feste e nei consequenziali acquisti, sorge spontanea una riflessione: come mai sempre più gente comunica di sentirsi fortemente depressa all’arrivo delle festività natalizie? Non è una novità sentire da più parti sollevarsi la voce del malessere in un momento in cui, invece, mass media, luci colorate e famiglie decantano la bellezza della tradizione religiosa. Ma viviamo realmente la tradizione religiosa oppure una necessità consumistica e spesso, obbligatoriamente familiare, ove desiderio, spiritualità, affetto e costrizione si confondono, cedendo il passo all’uniformità piuttosto che al sentimento?
Cristo fu ed “E’” una persona con sentimento differenziato, intendendo con questo secondo l’accezione junghiana, la capacità di valutazione interna al fine di determinare il valore delle cose e degli eventi attraverso la tonalità affettiva. È, quindi, la funzione sentimento che permette di guardare al mondo e di viverlo in un modo anziché in un altro, determinando il compimento dello scopo “di una vita” nel mondo. E’ possibile ipotizzare l’assenza della suddetta funzione in questa nostra epoca martoriata per cui il sentirsi accomunati dalla “Grande Festa” del Natale tradisce l’archetipo della spiritualità e della ricerca interiore poiché si confonde l’obbligo dello stare tutti insieme con la funzione fondamentale del l’autenticità e del perdono. Questi ultimi nascono spontaneamente o per frutto di un grande travaglio interiore e, quindi, non possono accadere in funzione di un obbligo di massa. La tradizione e la ricorrenza religiosa servono – giustamente - a ricordare che la comunione nel senso di cum munus (compito di mettere insieme) è fondamentale e fonte di rinascita, ma quanto l’interferenza della cultura derivante dai mass media e dagli obblighi familiari (non desiderati) , devia nel consumismo e nel falso “vogliamoci tutti bene” tale rinascita, negando conflitti mai o mal risolti ? Tornando alla nostra domanda sul perché del malessere in momenti di cotanta apparente allegria, sembra inevitabile rispondere che forse l’eziologia della depressione natalizia ben risponda – indicandoci la via per la sua risoluzione - al tradimento protratto nei confronti di una profonda necessità dell’individuo ovvero il recupero della spiritualità e della coniuctio col Divino…
Divino che è non solo fuori di noi, ma soprattutto dentro di noi.
Forse occorre, in tempi di grandi conflitti e di agitazione spirituale, recuperare il senso di ciò che nella vita siamo chiamati a fare. Gli Dei, sempre operanti nella nostra psiche, se traditi (quindi trascurati) presentano sempre il conto attraverso la patologizzazione….non rimane, quindi, che ascoltare i propri Dei sanguinanti di fronte alla perdita dell’essenza umana, dando loro legittimazione per determinare quel cambiamento nei fatti e anche nelle ricorrenze, necessarie all’universo per la salvezza di ciò che non solo ancora rimane, ma anche di ciò che può ancora essere recuperato.

torna sopra